Riuscire a scegliere le piastrelle da esterno più adatte alle vostre esigenze, anche se non sembra, può richiedere tutta una serie di conoscenze e competenze. La ristrutturazione degli esterni, infatti, è molto diversa da quella degli ambienti interni. Cosa bisogna fare, dunque, per evitare di sbagliare? Vediamo di scoprirlo.

Piastrelle da esterno: cosa sono
Prima di procedere all’acquisto delle vostre piastrelle da esterno, però, quello che più conta è voi conosciate il prodotto in sé. Cosa sono? A cosa servono? Quali sono i pro e i contro da considerare?

Le piastrelle da esterno, apparentemente, poco sembrano differenziarsi dalle piastrelle usate per gli interni. Forme e dimensioni, infatti, sono molto simili in entrambi i casi. Le piastrelle usate per gli esterni, tuttavia, presentano delle caratteristiche e delle proprietà considerate indispensabili per l’uso a cui sono destinate.

Queste ultime, difatti, devono essere impermeabili, antiscivolo e in grado di sopportare sbalzi di temperatura e agenti esterni di varia natura e intensità. Si tratta di qualità che, come potete ben capire, risultano essere indispensabili in ogni loro aspetto.

Piastrelle da esterno: tipologie
Individuata la tipologia di piastrelle da esterni che per praticità e funzionalità vanno più incontro alle vostre esigenze, non vi resta che scegliere anche quelle che esteticamente riescono ad appagarvi di più. Stile, tipologie e materiali, infatti, devono sposarsi bene con l’ambiente e, allo stesso tempo, essere anche di vostro gradimento.

Molto apprezzate, per esempio, sono le piastrelle in gres porcellanato, resistenti ed facilmente utilizzabili in più spazi e zone esterne alla casa. Pavimentazione esterna, bordo piscina ma anche percorsi pedonali, queste sono le destinazioni più comuni di questo tipo di piastrelle da esterno. Possono essere lucide oppure opache e inoltre, cosa molto importante, sono piastrelle antiscivolo.

Il cotto, invece, è un altro materiale molto usato per la realizzazione delle piastrelle da esterno. Si adatta tantissimo agli ambienti rustici tipici delle abitazioni di campagna. È molto utilizzato per la pavimentazione esterna di balconi, terrazzi e scale e, in generale, di tutte le zone esterne alle mura domestiche.

Gode della stessa popolarità del cotto la pietra naturale. Le piastrelle da esterno in pietra, infatti, sono molto ricercate e vendute sul mercato. Questo perché, sia a livello estetico che pratico, riescono a non deludere mai le aspettative del cliente.

Piastrelle da esterno: come scegliere
La decisione finale, stando soprattutto alle considerazioni fatte fino ad ora, non può non tenere conto delle vostre priorità. Una volta deciso cosa per voi è assolutamente non sacrificabile e cosa invece lo è potete, a quel punto, procedere tranquillamente scegliere.

Per avere chiari tutti i pro e i contro, tuttavia, è necessario servirsi dell’ausilio di chi è in grado di spiegarvi al meglio potenzialità e difetti di un materiale. La scelta finale spetta a voi ma, prima di farla, è importante che voi abbiate tra le mani tutti gli elementi che andrebbero ad incidere sul risultato finale (sia positivamente che negativamente).

Potreste scoprire, per esempio, che spendendo un po’ di più la qualità delle vostre piastrelle da esterno potrebbe essere nettamente superiore rispetto a quelle che volevate acquistare. Lo stesso ragionamento, inoltre, vale al contrario. Una valutazione attenta, difatti, potrebbe farvi eliminare costi inutili e spese non necessarie, evitando di farvi spendere dei soldi per ciò che, di fatto, sarebbe superfluo.

A cura di Luisa ed Enza

Luisa ed Enza sono i volti del nostro showroom.
Con la loro esperienza decennale sapranno consigliarti
nella scelta migliore per l’arredo della tua casa.