Anche per il 2018 la Legge di Bilancio ha rinnovato il cosiddetto “Bonus casa”, confermando importanti agevolazioni fiscali per chi effettua interventi di miglioria sul proprio immobile.
Gli incentivi previsti per i lavori eseguiti a partire dal 1 gennaio 2018 sono molteplici: dalla proroga del bonus ristrutturazioni e mobili, fino al nuovo bonus verde, cioè la detrazione del 36% di spesa per la cura di giardini e terrazzi privati.

E SE VOLESSI RISTRUTTURARE IL MIO BAGNO? AVREI DIRITTO A QUALCHE AGEVOLAZIONE?
Certo! Per il 2018 il “bonus casa” prevede una detrazione fiscale del 50% per le spese sostenute entro il limite di 96.000 euro di spesa.
Tra gli interventi ammessi ci sono quelli relativi alla “manutenzione straordinaria degli immobili” tra i quali rientra anche la “realizzazione e il miglioramento dei servizi igienici”, ovvero la creazione o ristrutturazione bagno.
Questo significa che se il mio intervento di ristrutturazione del bagno è finalizzato ad una miglioria generale (ad esempio rifacimento degli scarichi), potrò detrarre tutte le spese di ristrutturazione ed acquisto di elementi quali sanitari, box doccia, pavimenti e rivestimenti e arredo bagno, avendo la possibilità di detrarre il 50% di spesa.

QUALI SONO I DOCUMENTI NECESSARI PER ACCEDERE ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI?
Oltre ai documenti di riconoscimento del proprietario è necessario compilare l’ apposita modulistica presente sul sito dell’ agenzia delle entrate, e la copia del titolo edilizio rilasciato (permesso di costruire), o presentato (DIA, SCIA) in Comune.

IN CHE MODO VANNO PAGATE LE SPESE SOSTENUTE?
Tramite bonifico bancario parlante, citando i prodotti o le prestazioni acquistate e la legge di riferimento. E se non dovessi completare le opere entro il 2018? Fino all’approvazione della nuova Legge di Bilancio 2019 che potrebbe modificare gli importi, a partire dal 1° gennaio 2019 il bonus per lavori di ristrutturazione edilizia tornerà alla misura originaria prevista dall’art. 16-bis del TUIR: ovvero una detrazione Irpef pari al 36% delle spese sostenute, fino al limite di 48.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Ristruttura ora il tuo bagno con Benenati Ceramiche! Rinnova o crea il tuo angolo di benessere risparmiando il 50%!

Hai bisogno di aiuto? Scrivici!
La nostra informativa privacy.